ESAMI DI STATO 2022


DOCUMENTI 15 MAGGIO A.S. 2020-21


 DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 62, art. 12 “Ammissione dei candidati interni”
per l’ammissione all’Esame di Stato sono confermati i due seguenti prerequisiti:
a) frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, salvo le deroghe previste:
Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, motivate e straordinarie deroghe al  limite massimo delle assenze, previste per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l'esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione all'esame finale di ciclo.
b) aver conseguito la sufficienza (6) nel voto di comportamento e in tutte le discipline, fatta salva la possibilità per il consiglio di classe di ammettere l’alunno, con adeguata motivazione, anche con un voto inferiore a sei decimi in una disciplina.
Pubblicazione esiti In sede di scrutinio finale, la valutazione degli studenti è effettuata dal consiglio di classe. Gli esiti degli scrutini con la sola indicazione, per ogni studente, della dicitura “ammesso” e “non ammesso” all’esame, ivi compresi i crediti scolastici attribuiti ai candidati, sono pubblicati, distintamente per ogni classe, solo e unicamente nell’area documentale riservata del registro elettronico, cui accedono tutti gli studenti della
classe di riferimento.
I voti in decimi riferiti alle singole discipline sono riportati, oltre che nel documento di valutazione, anche nell’area riservata del registro elettronico cui può accedere il singolo studente mediante le proprie credenziali personali. In particolare, i voti per i candidati privatist., sono inseriti in apposito distinto elenco allegato al registro generale dei voti della classe alla quale essi sono stati assegnati.
IL CURRICULUM dello STUDENTE
Al diploma di scuola secondaria di II grado (ai sensi del. D. Lgs. 62/2017) deve essere allegato il curriculum dello studente che va compilato dalla scuola e dagli studenti stessi.
Il curriculum è un documento di riferimento fondamentale per l’esame di Stato e per l’orientamento dello studente e si compone di tre parti.
La prima parte, a cura della scuola, denominata “Istruzione e formazione”, riporta i dati relativi al profilo scolastico dello studente e gli elementi riconducibili alle competenze, conoscenze e abilità acquisite in ambito formale e relative al percorso di studi seguito. Sarà precompilata attraverso l’utilizzo delle informazioni presenti nelle banche dati in utilizzo al Ministero.
La seconda parte, denominata “Certificazioni”, riporta le eventuali certificazioni (linguistiche, informatiche o di eventuale altra tipologia) rilasciate allo studente da un Ente certificatore riconosciuto dal MIUR e la sua ompilazione è a cura dello studente per eventuali integrazioni.
La terza parte, denominata “Attività extrascolastiche”, è a cura esclusiva dello studente e contiene le informazioni relative alle competenze, conoscenze e abilità acquisite in ambiti informali e non formali, con particolare riferimento alle attività professionali, culturali, artistiche e di pratiche musicali, sportive e di volontariato, svolte in ambito extrascolastico.
Ogni studente dovrà accreditarsi per l’accesso alla piattaforma appositamente predisposta
(https://curriculumstudente.istruzione.it/. Le istruzioni per accreditarsi possono essere visualizzate al seguente link: Per lo studente - il Curriculum dello Studente (istruzione.it), selezionando la videoguida “Come registrarsi ed accedere alla piattaforma”.
In sintesi il curriculum riporterà:
 le discipline studiate con l’indicazione del monte ore complessivo di ciascuna di esse;
 le competenze, le conoscenze e le abilità anche professionali acquisite;
 le attività culturali, artistiche, di pratiche musicali, sportive e di volontariato, svolte in ambito extra scolastico;
 le attività di PCTO;
 altre eventuali certificazioni conseguite.
Per quanto riguarda gli esiti delle prove Invalsi gli studenti potranno inserirli volontariamente nella sezione certificazioni alla voce ALTRO.
L’ESAME
Si riportano in sintesi i principali articoli dell’O.M. n. 65 del 14.03.2022 sugli ESAMI di STATO
Articolo 2 Inizio della sessione d’esame 1. La sessione dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione ha inizio il giorno 22 giugno 2022 alle ore 8:30, con la prima prova scritta. Lunedì 20 giugno alle ore 8.30 è prevista la riunione preliminare della Commissione.
Articolo 11 Credito scolastico Per il corrente anno scolastico il credito scolastico è attribuito fino a un massimo di cinquanta punti. I consigli di classe attribuiscono il credito sulla base della tabella di cui all’allegato A al d. lgs. 62/2017 nonché delle indicazioni fornite nel presente articolo e procedono a convertire il suddetto credito in cinquantesimi sulla base della tabella 1 di cui all’allegato C dell’ordinanza. Art. 12. Commissioni d’esame: Anche per questo anno scolastico le commissioni sono formate da soli commissari interni. Solo il Presidente sarà esterno.
Art 17. Prove d’esame: Le prove d’esame di cui all’articolo 17 del d. lgs 62/2017 sono sostituite da una prima prova scritta nazionale di lingua italiana (15 punti), da una seconda prova scritta (10 punti) specifica per indirizzo:
SCIENZE UMANE: seconda prova SCIENZE UMANE
LES: seconda prova DIRITTO
LINGUISTICO: seconda prova INGLESE
SCIENZE APPLICATE: seconda prova MATEMATICA
IPSSC: seconda prova TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI
La prova è predisposta, con le modalità di cui all’art. 20, in conformità ai quadri di riferimento allegati alla presente circolare. È inoltre previsto un colloquio (25 punti).
Il calendario delle prove d’esame, per l’anno scolastico 2021/2022, è il seguente:
- prima prova scritta: mercoledì 22 giugno 2022, dalle ore 8:30 (durata della prova: sei ore);
- seconda prova scritta: giovedì 23 giugno 2022. La durata della seconda prova è prevista nei quadri di riferimento allegati al d.m. n. 769 del 2018.
Art. 22 Colloquio
1. Il colloquio è disciplinato dall’art. 17, comma 9, del d. lgs. 62/2017, e ha la finalità di accertare il conseguimento del profilo educativo, culturale e professionale della studentessa o dello studente (PECUP).
Nello svolgimento dei colloqui la commissione d’esame tiene conto delle informazioni contenute nel Curriculum dello studente.
2. Ai fini di cui al comma 1, il candidato dimostra, nel corso del colloquio:
a. di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline, di essere capace di
utilizzare le conoscenze acquisite e di metterle in relazione tra loro per argomentare in maniera critica e personale, utilizzando anche la lingua straniera;
b. di saper analizzare criticamente e correlare al percorso di studi seguito e al PECUP, mediante una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze svolte nell’ambito dei PCTO, con riferimento al complesso del percorso effettuato, tenuto conto delle criticità determinate dall’emergenza pandemica;
c. di aver maturato le competenze di Educazione civica come definite nel curricolo d’istituto e
previste dalle attività declinate dal documento del consiglio di classe.
3. Il colloquio si svolge a partire dall’analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla
sottocommissione, attinente alle Indicazioni nazionali per i Licei e alle Linee guida per gli istituti tecnici e professionali. Il materiale è costituito da un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema,
ed è predisposto all’inizio di ogni giornata di colloquio, assegnato ai candidati. Il materiale è finalizzato a favorire la trattazione dei nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline e del loro rapporto interdisciplinare. Nella predisposizione dei materiali e nella assegnazione ai candidati la sottocommissione tiene conto del percorso didattico effettivamente svolto, in coerenza con il documento di ciascun consiglio di classe, al fine di considerare le metodologie adottate, i progetti e le esperienze realizzati, con riguardo anche alle iniziative di individualizzazione e personalizzazione eventualmente intraprese nel percorso di studi, nel rispetto delle Indicazioni nazionali e delle Linee guida.
Seguirà comunicazione della composizione delle commissioni

L’esame di Stato conclusivo dei percorsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2021/2022 - ivi compresi i percorsi di secondo livello per gli adulti iscritti e frequentanti i suddetti percorsi - ha inizio, per l’intero territorio nazionale, con la prima prova scritta, il giorno 22 giugno 2022 alle ore 8:30. 2. La prima prova scritta suppletiva si svolge il giorno 6 luglio 2022 alle ore 8:30.

Allegati
Allegato_A_griglia_valutazione_colloquio_2022-signed (1).pdf
Liceo_scienze_umane_LES_2_prova (1).pdf
Liceo_Scienze_Umane__2_prova (1).pdf
Liceo_linguistico_LI04_INGLESE_1.pdf
Liceo_scientifico_LI03_2_prova_scritta.pdf
Quadro_riferimento_IPC8_curvatura_turismo_1.pdf